Sapone di Marsiglia

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Oggi ho fatto il sapone!!!
Un sapone semplice semplice…
Ve lo presento:

800gr olio EVO
200gr olio di cocco
300gr acqua
138gr soda (sconto del 5%)
saponificazione a freddo.

Ne ho fatta una dose quadrupla… giusta giusta per la scatola che ho utilizzato per la colata.
Ho già delle ideuzze per migliorarlo… ma come base di partenza direi che è venuto proprio bellooooo!!!! :)
Non ho usato profumazioni ne coloranti… l’odore di base è tenue e delizioso… in effetti profumare un sapone già di per se così buono ha poco senso… quasi quasi me lo mangerei!!! XDDD
Comunque nelle prossime puntate non escludo di provare miele e vaniglia per il corpo e rosmarino per il sapone da bucato… ^_^

Sapone

Ricette – Caffè Turco

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Premetto che non sono un intenditore di caffè… ma dopo aver bevuto diversi caffè qua e la fatti con le più svariate attrezzature, oggi mi era presa la curiosità di farmi un caffè turco (kahve).
Il caffè turco si prepara in un apposito pentolino di rame (ibrik); non avendolo mi sono arrangiato col pentolino del latte.
La procedura di preparazione dovrebbe essere, pressappoco la seguente: porti ad ebollizione l’equivalente di una tazza d’acqua, abbassi la fiamma ed aggiungi 1 cucchiaio di zucchero e due di caffè; porti di nuovo ad ebollizione e prelevi la schiuma che metterai nella tazza; allontani il pentolino dal fuoco eppoi lo riporti ad ebollizione per un ultima volta… io nel portarlo ad ebollizione lo tengo un pò in agitazione con un cucchiaio: in questo modo il caffè non va sul fondo del pentolino dove è più probabile che assuma connotazioni di bruciato. Lascio decantare un pò e verso il tutto nella tazza evitando che ci finisca la gran parte dei fondi… lascio decantare un pò anche in tazza ed è pronto da bere… il sapore è molto aromatico e rotondo… a mio avviso superiore al caffè di molti bar…
In molte preparazioni viene aromatizzato con cannella o con il cardamomo… ma direi che sulle varianti potete sbizzarrirvi come volete… col rum, senza zucchero…
con lo stesso metodo si possono preparare ottime tisane alla frutta: basta un pò d’acqua, un pentolino ed un pò di fantasia :)

Ricette dolci – Pane del vescovo

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Per questa prelibatezza ringraziamo la mamma del pablo.

Ingredienti:
3 uova
2 Kg di farina
2 Kg di zucchero
2 Kg di nocchie
2 Kg di cioccolato fondente
2 Kg di uvetta

Preparare la frutta secca ammorbidendola in acqua tiepida ed il cioccolato tagliato a pezzi grossi.
A parte, in una terrina, battere i tuorli d’uovo con lo zucchero.
In seguito, aggiungere la frutta secca, la farina, il cioccolato: queste ultime tre cose vengono mischiate tra loro… ed infine le tre chiare battute a neve. Mettere in forno per 25/30 minuti a 200°.

Slurp!!! XD

Cuffie – Come Sceglierle

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Ieri ho acquistato le cuffie… non quelle per la piscina… quelle per la musica XDDD
Seguendo i consigli di wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Auricolari
ho cercato un modello con una buona sensibilità, il giusto spettro di frequenze e l’opportuna impedenza.
Come marca mi sono orientato su AKG un’azienda austriaca che fa microfoni ed auricolari dal 1947.

Auricolari AKG K313 trovati al centro hi fi a circa 19 euri
impedenza: 32 Ohm
sensibilità: 127 Db
frequenza: 17-23.000 Hz

Cuffie ad arco AKG K420
impedenza: 32 Ohm
sensibilità: 125 Db
frequenza: 13-27.000 Hz

Partiamo dall’impedenza… essa rappresenza ciò che si oppone al passaggio di corrente… questa va dimensionata all’apparecchio a cui attaccherai le cuffie… aumentando l’impedenza diminuisce il volume… per piccoli apparecchi, notebook e smartphone un’impedenza di 32 Ohm risulta ottimale.
La sensibilità è un dato molto importante; essa indica quanti Db l’apparecchio è in grado di generare senza che il suono venga distorto. Una sensibilità molto alta indica un’ottima qualità cotruttiva ed strettamente correlata al volume… valori di sensibilità attorno ai 110 Db sono considerati ottimi… questi auricolari ne hanno addirittura 127!!!
Passiamo infine alla frequenza; un orecchio umano di un soggetto giovane è in grado di percepire suoni, mediamente, tra i 20 ed i 20.000 Hz; per evitare dei tagli sonori e distorsioni un buon apparecchio dovrebbe rientrare su questi valori con un pò di margine… diciamo 18-22.000 Hz… ed anche qui ci rientriamo alla grande…
Al test di ascolto… che dire: suonano veramente bene!!! Ne sono molto soddisfatto.
Se siete curiosi di sapere quali frequenze percepisce il vostro udito, su youtube trovate dei test audiometrici… eccoli qua:
Test1
Test2
Buon Ascolto!!! :)

Insaporire l’acqua depurata con osmosi inversa

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Non so se avete mai bevuto un’acqua depurata tramite osmosi inversa… presa la mattina a digiuno è sicuramente un’acqua depurativa… vi ripulisce, ottima… ma parliamo del sapore… aimè il sapore direi che lascia parecchio a desiderare…
Se ad esempio confrontiamo l’acqua della fontanella che hanno messo a Manziana (che ipotizzo sia microfiltrata), con l’acqua che hanno messo a Bracciano 2 (osmosi inversa): bhè, l’acqua di Manziana direi che ha un sapore decisamente più gradevole…
Ma in fondo cosa c’è in più nell’acqua di Manziana rispetto a quella di Bracciano 2? Semplicemente dei sali disciolti in diverse proporzioni; e qual’è la proporzione di sali ottimale affinchè il sapore di un’acqua divenga superpiù? Su questo andrebbe fatto uno studio accurato… un bel test di assaggio su un campione di popolazione sufficientemente grande di diversi campioni con sali disciolti in diverse proporzioni…
Io mi sono limitato ad un semplice esperimento: ho riempito una damigiana da 5 litri a Bracciano 2 con 4 litri di acqua liscia ed 1 litro di acqua frizzante (questo è il giusto livello di frizzantezza per i miei gusti). Tornato a casa vi ho aggiunto 1/2 cucchiaino di bicarbonato ed 1 cucchiaino scarso di sale da cucina… bhè il sapore è migliorato notevolmente… penso che avrei potuto ottenere un risultato ancor migliore mettendo un pò meno bicarbonato ed un pò più di sale… provate a variare le proporzioni secondo i vostri gusti. Buona bevuta!!! :)

Ricette dolci – Gli Struffoli

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Ecco un’altro dolce natalizio!!!
Ringraziamo la mamma del pieruz per questa ricetta sublime:

STRUFFOLI

1 Kg di farina, 4 uova, 200 gr. di burro, 350 di zucchero, cannella (circa 1 cucchiaio), 1 busta di vaniglia o limone o arancia grattuggiati. 1/2 bustina di lievito per dolci, 1/2 Kg di miele riscaldato nella padella.

Dopo aver fatto l’impasto, fare dei serpentelli e tagliare tanti tocchetti di pasta (come si fanno gli gnocchi). Imburrare una teglia e sistemarli per bene. Cuocere a 180° finchè ben dorati. Fare bene raffreddarli e dopo mescolarli nella padella del miele sciolto. Travasare in un piatto da portata, sistemarli a montagnola e decorare con pezzetti di mandorle o con codette colorate. Ti ricordo che con questa dose si ottengono due vassoi di struffoli.

Risparmia con RSS personalizzati e Twitter

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Oggi vi illustrerò come guadagnare tempo e soldi attraverso l’utilizzo di twitter…
Mettiamo caso che una compagnia telefonica proponga di tanto in tanto delle offerte e vogliate essere sempre aggiornati su tali offerte…
i casi sono due:
1 – vi iscrivete al canale della compagnia e vi leggete ognni giorno centinaia di tweet che non vi interessano nell’attesa di quello che interessa a voi…
2 – create un feed personalizzato… come?
questa è la stringa da utilizzare:
http://search.twitter.com/search.rss?q=zuppa+pane
nel caso specifico, se copiate ed incollate la stringa nel vostro browser, troverete i tweet più recenti che contengono le parole “pane” e “zuppa”…
ovviamente siete liberissimi di sostituirle con la ricerca che fa comodo a voi.
Ora che avete individuato la chiave di ricerca di vostro interesse, andate sul vostro smartphone ed installate una app per la visualizzazione degli RSS che non si interfacci direttamente col vostro google reader (perchè voi volete stabilire per il feed appena creato un canale prefenziale… cioè non deve finire in mezzo a migliaia di altri feed).
Come App io ho installato RSSdemon, ho cancellato tutti i feed impostati dal programma di default, ed aggiunto come nuovo feed la stringa sopra indicata… infine ho attivato la notifica fischiettante. Risultato?
Ogni volta che il mio operatore telefonico darà il via all’offerta che mi interessa: mi arriverà una bella notifica fischiettante!!!
Ciaooo!!! :)

App per android

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Oggi vi segnalo alcune app. interessanti per android:
BSplayer – riproduce audio e video… molto snello.
Opera mini – browser molto snello.
Feedly | GReader – ottimi lettori di feed RSS.
ES gestore file – come da titolo per gestire file e cartelle e molto altro… lo evidenzierò prossimamente dopo averlo provato accuratamente.
Tweetcaster – utile app. che si interfaccia a twitter.
PicsArt – Ottima app. per la modifica e la condivisione di immagini su vari social network.
FaceUp – app. minimale ottima per uploadare su fb immagini direttamente dalla gallery.
Torcia – parla da se.
Birthdays reminder – piccola app. che notifica i compleanni memorizzati sui profili dei contatti.
Acalendar – Ottimo gestore di calendari
My Tracks – utile per registrare percorsi in bici o in corsa…

E per oggi mi fermo qui. Ciaooo!!!

Torta allo yogurt

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Questa della torta allo yogurt è una ricetta segretissima custodita dalla ryta nella sua magione. XD
E’ un dolce molto semplice… e nella sua semplicità, una vera leccornia. Provatelo e non ne rimarrete delusi.

Ingredienti:

3 uova
200gr farina
200gr zucchero
1 vasetto di yogurt
1 vasetto d’olio
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
1 limone grattuggiato

Frullare uova e zucchero poi aggiungere tutto il resto. Accendere il forno 5 minuti prima di infornare; infornare a 180° per 50 minuti.

Che la torta sia con voi! XD

Zucca da vino

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • PDF
  • Google Plus

Oggi vi propongo un bellissimo video che ho trovato su youtube sulla Lagenaria Siceraria… una varietà di zucca ornamentale detta anche “Zucca da vino” o “Zucca bottiglia”… molto utilizzata per la fabbricazione di contenitori e strumenti musicali.

Buona visione!